LUCARINI ALBERTO - ARTIGIANO EDILE

Ristrutturazioni interne

In una ristrutturazione, cucina e bagno spesso sono gli ambienti che richiedono maggior lavoro ed un investimento più consistente. Il motivo è presto detto: in molte abitazioni, specie quelle datate c'è la necessità di mettere a norma gli impianti e in particolare:

  • impianto idraulico - in molte abitazioni è realizzato con i vecchi tubi in piombo o, se si è fortunati, in rame. Queste ultime infatti sono più robusti e non comportano inconveniente per la salute. In alcuni casi l'impianto idraulico è a vista.
  • Impianto elettrico - impianti elettrici datati possono non reggere il carico di consumi di una famiglia di oggi. Spesso bisogna sostituire quadro elettrico e prese e aumentare il numero dei punti luce.

Per ristrutturare il bagno o la cucina si comprendono i seguenti lavori edili:

  • Demolizione e rimozione
    Si tratta della prima fase, a cui a volte non si pensa al momento di creare un piano di spesa: in pratica va rimosso tutto il vecchio. È necessario eliminare il vecchio pavimento, l’eventuale moquette, tutti i rivestimenti delle pareti, quindi le piastrelle della cucina. Bisogna poi rimuovere il vecchio impianto idrico e il vecchio impianto elettrico. Tutti questi rifiuti vanno poi smaltiti in maniera corretta e controllata.
  • Pavimenti e rivestimenti
    Se è stato rifatto l’impianto di riscaldamento a pavimento c’è da mettere in conto un nuovo massetto ed un nuovo pavimento, altrimenti basterà il ripiastrellare senza rifare il massetto.
  • Intonaci , pittura e battiscopa
    Siete a buon punto: ora è necessario intonacare e dipingere la stanza, scegliendo poi i colori più adatti alla vostra cucina ristrutturata. Magari un bel beige, o un tortora, a cui accostare una parete colorata di un caldo arancione, che dà allegria e stimola la socialità. Alla base vanno poi sistemati dei battiscopa.
  • Fornitura e posa sanitari e piatto doccia.
  • Rifacimento impianto idraulico.